Alla scoperta della pentola a pressione: come funziona?

Nel nostro ultimo articolo abbiamo parlato delle mille virtù della pentola a pressione. Oggi parliamo di come funziona nella pratica. E’ semplicissima da usare vedrai che se inizierai ad utilizzarla non potrai più farne a meno…

Ovviamente alcuni piccoli particolari del funzionamento possono variare a seconda del modello di pentola a pressione che possiedi, ma le linee generali sono sempre le stesse.

  • Devi riunire nella pentola tutti gli ingredienti necessari alla realizzazione di una determinata preparazione; qualche ricetta potrebbe richiedere di effettuare qualche operazione come soffriggere o rosolare a pentola scoperta.
  • Quando tutti gli ingredienti sono nella pentola e sono pronti a cuocere insieme devi chiudere la pentola e metterla sul fornello con la fiamma al massimo o comunque molto sostenuta.

E’ molto importante che la fiamma sia realmente molto vivace: l’ideale sarebbe utilizzare la massima intensità di un fornello potente. Questo perché da un lato è vero che bisogna iniziare a contare il tempo di cottura dal momento in cui la pentola raggiunge la “pressione d’esercizio”, dall’altro però non dimenticare che il cibo comincia a cuocere da prima. Se la fiamma è troppo debole ed aumenta il tempo che la pentola impiega per arrivare alla pressione d’esercizio, diventano troppi i minuti che si contano dopo.

Alla scoperta della pentola a pressione: come funziona?

  • Ad un certo punto la pentola inizierà ad emettere un sibilo od un fischio, dipende dal modello di pentola che utilizzi. Questo fischio è il segnale che è stata raggiunta la temperatura massima (la quale è molto più alta dei 100 gradi della bollitura tradizionale) e la pressione d’esercizio.

A questo punto allora devi fare due cose: devi abbassare la fiamma al minimo e devi iniziare a contare il tempo di cottura. Per le preparazioni che richiedono cotture brevi in questa fase la fiamma deve essere davvero bassissima, potrebbe addirittura essere necessario spostare la pentola sul fornello più piccolo. Invece per le cotture lunghe la fiamma deve essere un po’ più alta, in modo che la temperatura non si abbassi durante il tempo della cottura.

  • Trascorsi i minuti indicati dalla ricetta prima di aprire la pentola devi in primo luogo spegnere il fornello o comunque togliere la pentola dal fuoco, in secondo luogo, questa è la parte fondamentale, devi far scaricare la pressione seguendo le indicazioni del libretto delle istruzioni. Scaricando la pressione uscirà un getto di vapore di intensità e durata variabili.

Non devi aprire il coperchio finché non sarà stata scaricato tutto il vapore.

Continueremo a parlare della pentola a pressione, non perdere i nostri prossimi articoli!

Photo credits: mvtradings.com

Commenta il post